Cosa vedere a Manerba del Garda

Turismo

Pieve Romanica di Santa Maria: si trova nella frazione di Pieve Vecchia; una prima pieve fu costruita nel V secolo ma la struttura che è presente oggi risale al periodo tra l'XI ed il XII secolo;
nel  Seicento è stata sottoposta a restauro.
All'interno è costituita da tre navate, suddivise da grossi pilastri; delle tre absidi originarie attualmente è presente solo quella centrale; alcuni affreschi del XIII emergono a tratti dalle pareti, ormai sbiaditi; meglio conservati sono i dipinti risalenti al XIV secolo.

La pala dell'altare maggiore è stata realizzata dal pittore seicentesco Giovanni Andrea Bertanza.

Chiesa di Santa Lucia: si trova nella frazione di Balbiana ed è stata costruita nel Cinquecento.
Presenta una navata ed un'abside circolare. Alcuni affreschi del ?400 rendono la chiesa particolarmente interessante anche dal punto di vista pittorico.

Chiesa di Santa Maria Assunta: nella frazione di Solarolo, risale al XVIII secolo; la facciata è in stile barocco con statue in alto ai lati.

All'interno si trovano ben sette altari, in stucco e marmo.

Rocca: sul promontorio della rocca si trovava un tempo un castello, di cui rimangono ora solo poche mura perimetrali.
Attorno all'edificio vi erano ben tre cinte murarie, due sul promontorio ed una più in basso.
Al castello si accedeva da est, percorrendo una scala in pietra che si è preservata in buone condizioni fino ai giorni nostri. La struttura presentava un Mastio imponente; inoltre vi era un cortile interno su ci si affacciavano anche due edifici di servizio; una cisterna raccoglieva l'acqua piovana. Nei pressi delle mura era presente una chiesa, di dimensioni ridotte a forma semicircolare, intitolata a San Nicolò.

Museo Civico Archeologico della Valtenesi: al suo interno conserva reperti archeologici risalenti al periodo neolitico, alle Età del Rame e del Bronzo  a quello romano ed al medioevo